Chi sono

Le difficoltà del nostro tempo con la fotografia sono uguali e opposte a quelle che proviamo nella vita di tutti i giorni. Troppo spesso guardiamo un’immagine da vicino a osservarne nitidezza e compostezza, e troppo di rado da lontano a interrogarci sulla consistenza.

Come è successo

Nato a Napoli, classe 1984. Sì, mi piace fotografare. No, non so perché a qualcuno dovrebbe importare della mia vita, di come sono diventato un fotografo e di cosa ho fatto in quanto tale, specialmente considerando che nella pagina qui accanto ci sono le mie foto che dicono di più e meglio. Ma andiamo avanti.

Ho sempre avuto una certa inclinazione per le arti visive: in giovanissima età giocavo ai videogiochi, mi immaginavo di crearne uno mio e lo disegnavo. Meglio non ripensare a quante risme di fogli A4 ho consumato aspirando a diventare game designer. Ho continuato a disegnare per tutto il liceo, volevo diventare un fumettista, e proprio in quel periodo mi capita di sentire i primi pruriti di interesse verso la fotografia.

Tuttavia è quando sto per laurearmi in scienze della comunicazione che non posso più nascondermi dietro a un dito:  dopo aver messo in ginocchio la Nikon D60 di un amico scattando mille foto in tre giorni, decido di comprare la mia prima reflex, una Pentax K10D. Così, dopo aver regalato anni della mia vita a insegnanti che mi avrebbero giudicato in base alle cose che sapevo ripetere a memoria, una volta laureato inizio a dedicarmi a tempo pieno a ciò che amo. Finalmente potrò rimpiazzare gli sfondi del desktop di Windows con delle foto mie. Non ho nulla contro quelli di fabbrica, ma mi attirava l’idea di vedere, dietro la finestra del browser, immagini che mi ricordassero dov’ero e come mi sentivo. Ma in realtà mi accorgo ben in fretta che più di paesaggi e strade, sono propenso a fotografare persone facendole posare per me.

Nondimeno, resta vivo il mio interesse per il mondo della pubblicità ed il cinema, cui mi sono avvicinato perlopiù all’università, influendo notevolmente sul mio stile estetico e in generale sulle mie scelte professionali e personali.

Traggo moltissima ispirazione dal mondo pubblicitario e da quello cinematografico.

E poi?

In breve tempo la passione diventa lavoro, gli amici credono che io sia bravo e mi coinvolgono in quelle che sono le mie prime fotografie commissionate. Invidio la loro fiducia in me, ma sembrano contenti anche a servizio avvenuto e consegnato.

Mi convinco di essere uno competente, che ha da dire la sua e che può mettere a frutto quelle 3-4 cose che ha imparato. Così mi creo la pagina su Facebook e sborso persino una cifra per acquistare un dominio web, così da poter utilizzare l’internet per metter su la mia vetrina. Suona familiare questa storia?

Non più solo amici, ma anche persone meno strette iniziano a scommettere su di me richiedendomi foto. Potrei descrivere il sentimento che provo a riguardo come “stimolato ad affrontare le nuove sfide che mi vengono poste“, che è un’eccellente parafrasi di “oh cacchio, e ora che cosa mi invento“. Ma è proprio quel tipo di terrore, a ricordarci che non stiamo percorrendo una strada già battuta. Non esistiamo al mondo per fare sempre le stesse, prevedibili, cose. Almeno, se vogliamo progredire e sentirci vivi come esseri umani.

In cerca di standard più alti (e di budget più alti) è cresciuto il mio interesse verso la città di Milano, dove periodicamente risiedo incontrando nuovi contatti e stringendo nuove collaborazioni.

… E ora, che cosa mi invento.

Oggi

Insegno fotografia alla The Make Up Artist School di Monica Robustelli, e sono membro ufficiale del Pentax Photography Team.

Ho lavorato con le agenzie di comunicazione NAU, AMA Media, Edelman, MWWG, LAB145, Made It, MDL Global, per Nestlé per il sito Food Coaching, Original Marines per la campagna del tour #BeOriginal e per cataloghi interni, SEBS Fiera del Fitness e dello Sport edizione 2014, Denim Cliché per il catalogo primavera-estate 2017.

Le mie foto sono state pubblicate su Forbes Italia, Il Mattino, #3DMagazine, ViMagazine, Jute Magazine, ArtAbout, I’M Magazine, Freakout, Bogamia, raccolte promozionali per Ricoh America.

Collaboro con agenzie di modelli sul territorio napoletano e su quello milanese, scattando model test ed editoriali.

Photo credit Davide Rizzo